Il Natale e le tradizioni più belle d’Italia

BUON NATALE A TUTTI QUANTI!

Natale decorazioni ItaliaOggi tutta l’Italia celebra la festa più amata di sempre: le vacanze, la neve, le feste, delizie da gustare e tanti regali. Le origini del Natale fondano le loro radici nell’antica Roma: il 25 Dicembre era il giorno dedicato al Dio Mitra, cioè la divinità associata al Sole. Con il diffondersi del Cristianesimo, l’adorazione di Mitra si sostituì con la nascita di Gesù bambino che per i Cristiani rappresentava la luce. Oggigiorno si considera il Natale come il periodo compreso tra il 24 Dicembre, giorno della Vigilia, e 6 Gennaio, ovvero l’Epifania. La tradizione italiana abbraccia il Natale e lo festeggia con gli addobbi dell’albero, il presepe, ma soprattutto con della buona cucina. Molti italiani amano riunirsi con le loro famiglie attorno a un tavolo, scambiarsi abbondanti portate e regali come manifestazione di reciproco affetto.

Ogni regione ama vivere a proprio modo questa importante ricorrenza, vi proponiamo le tradizioni più belle in Italia!

CAMPANIA

La Campania ama festeggiare il Natale animando le città con presepi e con i suoni delle zampogne. Il vero protagonista del Natale è il presepe, la cui manifestazione più caratteristica è sicuramente quella degli  Artigiani di Via San Gregorio Armeno.

Struffoli Italia Campania Natale
La tradizionale pasticceria consiglia zeppole e struffoli, che significa “arrotondato”. si tratta di piccole palline di pasta fritte, ricoperte di miele e decorati con confettini colorati (“diavolilli”).

Un simpatico credo popolare racconta che gli struffoli devono essere preparati segretamente, senza farsi né vedere né sentire dai più invidiosi, altrimenti potrebbero scoppiare!

SICILIA

La Sicilia vive la tradizione natalizia più suggestiva: tutte le città ripercorrono la tradizione del presepe, riproponendolo secondo la propria “arte”. Le città di Palermo e Catania si riempiono di decorazioni natalizie, i centri storici e le vie più caratteristiche sono illuminate da luci e candele. L’antico borgo di Erice esibisce i migliori zampognari della Sicilia nella manifestazione della “Zampogna d’Oro”, una tradizione antichissima. Il giorno dell’Epifania si festeggia con delle processioni risalenti a centinaia di anni fa, come quella del “U Pagghiaru a Bordonaro”, introdotta dai padri Basiliani per festeggiare il Battesimo di Gesù; un’altra è quella di Barcellona di Pozzo di Gotto che rappresenta la processione di Gesù Bambino e prevede una sfilata di personaggi caratteristici e il suono delle cornamuse.

In cucina abbiamo i deliziosi buccellati, che significa “pane da trasformare in bocconi”; il dialetto li chiama anche “cucciddati”: un sapore che raccoglie fichi secchi, mandorle, marmellata o cioccolato in un impasto di pasta frolla.

PIEMONTE

La tradizione del presepe è ciò che rappresenta maggiormente il Natale in Piemonte: vengono allestiti presepi e vengono esposti al pubblico secondo la rappresentazione dei “Pastour”. Si tratta di una recita in dialetto popolare alessandrino dell’adorazione popolare di Gesù, mescola il sacro con il profano e fa riferimento alla realtà contemporanea animando la rappresentazione con scherzi e battute dei protagonisti.Torta Gianduia Natale Italia Piemonte

Un sapore natalizio da non perdere è la Torta Gianduia, il gianduia si scioglie letteralmente in bocca e rievoca la tradizione dolciaria di cioccolato e gianduia, tipici della regione.

LOMBARDIA

Ciò che rappresenta meglio il Natale in Lombardia è il Panettone. Il suo nome si riferisce a quello di Toni, un apprendista fornaio che accidentalmente riempì il pane con burro, uova, zucchero, uvetta e frutta candita. Non solo il Panettone “riempie” le nostre feste, la tradizione ci regala anche mercatini e bancarelle lungo le vie delle città che espongono oggetti di artigianato e decorazioni per le case. Ricordiamo, in particolare, il “Paese dei Balocchi” di Como, popolato da una cinquantina di “casette” di espositori gastronomici e di oggettistica, dalla mostra dei presepi e dalla pista di pattinaggio sul ghiaccio.

VENETO

Il Natale in Veneto arriva con Santa Lucia (13 Dicembre), una tradizione Medioevale che porta i tradizionali “Bancheti de Santa Lussia” e bancarelle gastronomiche in Piazza Bra a Verona. Lo scenario della festa si accende grazie alla grande stella cometa che giace sul punto più alto dell’Arena e che illuminatutta la piazza. Venezia, invece, diventa un luogo di incontro per i mercatini di Natale in Laguna, dove non può mancare l’angolo dell’assaggio del vin brulè.

Il dolce più rappresentativo del Natale per il Veneto è il Pandoro, dedicato soprattutto a chi ama la pasta soffice e profumata di vaniglia. La sua forma è piuttosto originale e ricorda la stella cometa. La sua consistenza soffice e il suo aroma alla vaniglia si devono ad una lavorazione di circa 40 ore … Degustate e non deludete i fornai!

TOSCANA

La manifestazione più rappresentativa del Natale in Toscana è la Fiera del Ceppo di Lucignano (Arezzo). Durante il Sabato e la Domenica precedenti al Natale coinvolge tutti i cittadini con suoni e colori. Il borgo di Abbadia San Salvatore (Siena) si trasforma nella “Città delle Fiaccole”  il giorno della Vigilia di Natale: l’antico rito prevede che a mezzanotte vengano incendiate enormi cataste di legna per illuminare la città durante tutta la notte.

Il dolce natalizio per eccellenza è il panforte di Siena, conosciuto anche come “pane natalizio”. Si prepara con farina, acqua, fichi, uva, miele e spezie, ma si può gustare anche in diverse varianti: il “panforte nero, creato con pepe cubeba e ricco di spezie; il “panforte al cioccolato”, in cui primeggiano cacao, cioccolato, mandorle nocciole, noci, e il “panforte Margherita”, preparato appositamente per l’arrivo della regina Margherita al palio di Siena nell’agosto 1879. La novità consisteva in un strato di zucchero a velo che lo rendeva più delicato. Pienza (Siena) ama la tradizione di questo dolce e la festeggia praticando il “Gioco del Panforte“:  il gioco prevede che venga lanciato il panforte il più lontano possibile lungo un tavolo senza farlo cadere.

Sitografia:

Photo credit:

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...